CHI HA DIMENTICATO L’ AFGHANISTAN?

10 Gennaio 2022 di
Qualcuno ha già dimenticato l’afghanistan?
Non noi comunisti.
A 6 mesi dalla strumentale “ritirata” usa dall’afghanistan, dopo aver sventrato per 20 anni l’intero paese e dopo che esso è caduto definitivamente in mano agli estremisti talebani, quali sono le condizioni?
La condizione delle donne afghane non è mai stata così opprimente.
Si parla di un paese dove più della metà della popolazione è così povera da non riuscire ad avere nemmeno i beni di prima necessità.
Aumentano i casi in cui le famiglie vendono le proprie figlie, per matrimoni organizzati, in cambio di cibo.
Il prezzo medio di una sposa bambina è di circa 2000 dollari.
Qualcuno potrebbe dire “si stava meglio sotto il dominio americano”.
Noi comunisti rispondiamo in maniera secca: queste barbarie erano presenti durante il dominio americano degli ultimi 20 anni.
la ritirata strategica degli usa, che hanno reputato più importante pensare di lasciare un presunto ostacolo all’espansione economica cinese, che assicurare la stabilità di un immenso territorio come quello afghano, dimostra ancora una volta che cosa sia l’imperialismo.
Servirsi di aree strategiche per fare i propri interessi (ai tempi era contrastare l’urss).
Sottomettere il popolo che la abita.
Costellare l’area di basi militari.
Abbandonare la regione ed il suo popolo nel momento in cui non serve più, consegnandolo nelle mani di terroristi e tagliagole, da sempre finanziati sottobanco.
Questi sono i risultati di chi gioca a fare la polizia del mondo, questi sono i risultati dell’imperialismo a stelle e strisce.
Condividi
  • Twitter
  • Facebook
  • email

    Share and Enjoy !

    Shares
    NEWS

    Autore

    L'autore non ha ancora aggiunto informazioni al suo profilo
    Commenti Chiusi.