Messaggio del KKE sulla morte del sindacalista a Novara

20 Giugno 2021 di

COMUNICATO DEL DIPARTIMENTO RELAZIONI ESTERE DEL CC DEL KKE SULL’ASSASINIO DEL SINDACALISTA SCIOPERANTE IN ITALIA  Il KKE condanna l’assasinio del trentasettenne sindacalista scioperante del <<SI COBAS>> davanti al magazzino di una grande catena di supermercati a Novara, mentre presidiava l’ingresso durante lo sciopero nazionale di 24ore nel settore della logistica. L’autista che lo ha investito uccidendolo e ferendo altri due lavoratori, ha tentato di rompere lo sciopero nonostante il presidio degli scioperanti.  Si tratta di una conferma tragica che indica a quale punto possono portare le leggi antioperaie che vengono votate dall’UE e dai governi, in tutte le parti di Europa, con l’obiettivo dell’abolizione del diritto dello sciopero, della criminalizzazione del diritto di difesa dello sciopero, della limitazione delle manifestazioni e dell’organizzazione dell’azione sindacale. Sono queste leggi mostruose che fanno diventare  il padronato sfacciato, spingendo i meccanismi antisciopero contro la lotta e i diritti dei lavoratori.  Esprimiamo le nostre più sentite condoglianze alla famiglia del operaio ucciso e la nostra solidarietà alla classe operaia d’Italia e al suo diritto di scioperare, manifestare e organizzarsi contro i suoi sfruttatori.

ATENE 18/06/2021  L’UFFICIO STAMPA DEL CC DEL KKE

Condividi
  • Twitter
  • Facebook
  • email
    RUBRICHE

    Autore

    L'autore non ha ancora aggiunto informazioni al suo profilo
    Commenti Chiusi.