RIZZO (PC): «MI PREOCCUPANO FASCISTI NELLE PERIFERIE, PIU’ CHE AL SALONE DEL LIBRO»

07 Maggio 2019 di

«Mi preoccupa che i fascisti si radichino nelle periferie, e tra i lavoratori molto di più che una casa editrice sia al Salone del Libro di Torino. Mi preoccupa che il PD usi l’antifascismo come chiamata al voto utile alle elezioni, dando estrema visibilità ai fascisti e legittimandoli nelle periferie. Perché se il popolo odia il PD, e ha ragione per farlo, è facile che passi a abbracciare chi dal PD è odiato» Così Marco Rizzo segretario del Partito Comunista. «Se la sinistra continua a fare la parte degli intellettuali spocchiosi, non avrà futuro. L’unico modo per fermare l’avanzata della destra è difendere con coerenza i lavoratori, le classi popolari, non svendere i diritti sociali alle banche e all’Unione Europea come ha fatto il PD. E soprattutto significa non perdere terreno, nei quartieri come in ogni luogo della società. Abbandonare un posto significa lasciarlo ai fascisti indisturbati. Per questo – conclude la nota – lavoriamo per rafforzare il Partito Comunista. Per avere militanti, presidi territoriali, strutture, in grado di poter contrstare davvero tutto questo».

Condividi
  • Twitter
  • Facebook
  • email
    Politica e Idee

    Autore

    L'autore non ha ancora aggiunto informazioni al suo profilo

    2 Risposte a “RIZZO (PC): «MI PREOCCUPANO FASCISTI NELLE PERIFERIE, PIU’ CHE AL SALONE DEL LIBRO»”

    1. Red News | Protestation dice:

      […] RIZZO (PC): «MI PREOCCUPANO FASCISTI NELLE PERIFERIE, PIU’ CHE AL SALONE DEL LIBRO» […]