LOTTA DI CLASSE ED ELEZIONI EUROPEE.Dichiarazione di INIZIATIVA

06 Febbraio 2014 di
Dichiarazione dei Partiti Comunisti e Operai per lo sviluppo della lotta di classe operaia e popolare per le elezioni del Parlamento UE

29/01/2014

L’Iniziativa dei Partiti Comunisti e Operai d’Europa, fondata nell’ottobre del 2013 da 29 partiti comunisti e operai con il fine di studiare e approfondire tematiche europee e di coordinare la loro attività, ha approvato la seguente dichiarazione che si rivolge alla classe operaia e ai popoli d’Europa. Invita i partiti comunisti e operai d’Europa che ancora non partecipano all’Iniziativa ma sono d’accordo con il suo appello, a sottoscriverlo, facilitando la lotta comune, l’unità della nostra azione, contro le politiche antipopolari e le unioni imperialiste dell’UE e della NATO.

Rafforziamo la lotta contro lo sfruttamento capitalista e contro l’UE – Per una Europa dei Popoli, per il Socialismo!

Ai lavoratori e lavoratrici, autonomi, artigiani, piccoli agricoltori, alle donne, ai giovani, ai pensionati, alle persone con bisogni speciali.

Noi, i Partiti Comunisti e Operai firmatari di questa dichiarazione ci rivolgiamo a voi in occasione delle Elezioni europee del 2014.

La realtà dimostra che l’UE, centro imperialista europeo, non ha mai avuto come obiettivo ottenere il benessere del popolo lavoratore. L’Unione Europea è sempre stata uno strumento del grande capitale europeo per aumentare i suoi profitti e garantire il proprio dominio.

L’Unione Europea non può nel modo assoluto essere riformata né può diventare uno strumento a beneficio del popolo. Coloro che generano aspettative in merito ad un possibile cambiamento nella UE, attraverso la sostituzione del presidente della Commissione Europea, per trasformarla in qualcosa di utile per i popoli, vi stanno ingannando.

I popoli difendono i loro interessi attraverso la lotta per cambiare la situazione attuale, per cambiare i rapporti di forza, la lotta per l’Europa del socialismo che garantirà il diritto al lavoro, i diritti sociali e la sicurezza sociale, che garantirà il reddito e il futuro dei lavoratori e delle lavoratrici.

I nostri partiti difendono i vostri interessi, gli interessi della classe operaia, dei settori popolari e dei diritti della gioventù.

Lottiamo contro la disoccupazione, contro le misure contrarie al popolo che stanno imponendo in modo coordinato i governi di ciascun paese e l’Unione Europea, con l’obiettivo di ridurre i salari e le pensioni, di porre fine ai diritti lavorativi e sociali, con l’obiettivo di mercificare la salute, l’istruzione e i servizi sociali, con l’obiettivo di distruggere l’ambiente e distruggere i diritti e le libertà democratiche. Lottiamo contro l’UE, che sta cercando di superare la crisi a spese dei popoli. Condanniamo l’anti-comunismo, la repressione e la limitazione dei diritti sovrani dei popoli.

I nostri partiti sostengono:
– La lotta dei lavoratori e delle lavoratrici e dei/delle disoccupati/e, per il lavoro fisso e a tempo pieno.
– La difesa dei redditi del popolo e l’aumento dei salari e delle pensioni.
– La salute, l’istruzione e i servizi sociali pubblici e gratuiti.
– I diritti democratici nei posti di lavoro, i diritti lavorativi e la sicurezza sociale.
– I diritti della classe operaia immigrata.
– I piccoli e medi agricoltori.
– La protezione dell’ambiente, che viene sacrificato a beneficio del grande capitale.

– Denunciamo l’aggressività imperialista contro i popoli, le guerre e gli interventi imperialisti. Lottiamo per la pace, per il ritiro di tutte le basi militari USA e NATO. Lottiamo contro la NATO, contro il “Partenariato per la Pace” e l’Esercito europeo. Lottiamo contro la partecipazione alle guerre e gli interventi imperialisti.

– Lottiamo contro l’offensiva su larga scala contro i lavoratori, che si sta intensificando nelle condizioni di crisi capitalistica di sovrapproduzione e sovra- accumulazione.

– Siamo con le famiglie operaie e popolari che soffrono le conseguenze drammatiche della crisi capitalista, che fanno drammaticamente peggiorare le condizioni della classe operaia e dei settori popolari.

– Appoggiamo la lotta dei popoli degli Stati membri dell’Europa Orientale, che stanno soffrendo le dure conseguenze dell’entrata dei loro paesi nell’UE.

Invitiamo la classe operaia e i popoli

– A sviluppare la propria lotta su tutte le questioni che interessano il popolo, a rafforzare la propria resistenza contro l’offensiva del capitale e contro i governi e partiti che servono gli interessi del capitale

– A rafforzare la propria lotta contro l’Unione Europea in quanto unione del capitale che attacca i diritti dei popoli

– A supportare in tutti i modi possibili i Partiti Comunisti e Operai che denunciano l’UE e la sua strategia nella battaglia delle Elezioni Europee del 25 Maggio 2014. A indebolire i partiti che sostengono l’Unione Europea e la sua linea politica e che difendono l’UE “irreversibile” del capitale.

Questa posizione darà forza alla lotta popolare in Europa, i lavoratori e le lavoratrici lotteranno da una posizione più vantaggiosa.

L’Unione Europea non serve gli interessi dei popoli, ma quelli dei miliardari, dei super- ricchi, gli interessi dei monopoli, serve per la concentrazione e centralizzazione del capitale, rafforzando le sue caratteristiche di blocco imperialista economico, politico e militare di Stati opposto agli interessi della classe operaia e dei settori popolari.

I popoli difendono i loro interessi opponendosi all’intento di manipolazione che vogliono presentare l’UE, i suoi organismi e i governi e partiti che sostengono questa unione imperialista.

Costoro promettono che l’UE può garantire il nostro diritto al lavoro e i diritti lavorativi e sociali. Vogliono che il popolo creda che possano dargli una vita migliore. Questa è una grande menzogna.

Andiamo ai fatti! Il numero di disoccupati nell’Unione Europea è di 30 milioni di persone, la sottoccupazione e la povertà crescono costantemente e il futuro della gioventù viene distrutto.

I diritti più elementari del popolo lavoratore e dei settori popolari vengono aboliti. I piccoli agricoltori vengono liquidati, i lavoratori autonomi vengono schiacciati dalla concorrenza dei monopoli. Allo stesso tempo, si intensifica la disuguaglianza e la discriminazione contro le donne e la persecuzione agli immigrati.

L’arsenale che l’UE sta dispiegando contro i popoli viene rinforzato con nuove misure. Il “patto di stabilità”, la “governance economica rafforzata” e gli altri strumenti che vengono utilizzati per creare una dolorosa situazione per i popoli.

La “Politica Comune di Sicurezza e di Difesa ” costituisce un pericoloso mezzo per le guerre e gli interventi, al servizio dell’aggressione imperialista.

La forza motrice dell’unificazione capitalista, sono gli interessi dei monopoli europei; l’UE si sviluppa sempre in senso reazionario a spese dei popoli.

Di conseguenza, è evidente che né questa unione interstatale capitalista, né la Banca Centrale Europea possono convertirsi in qualcosa a favore dei popoli, come dicono i partiti europei che appoggiano la strategia dell’UE.

Nemmeno l’UE può essere difesa come un “contrappeso” alla NATO e agli Stati Uniti come pretendono alcuni di coloro che sostengono questa alleanza predatoria.

L’UE coopera strettamente con la NATO e gli Stati Uniti d’America contro i popoli, mentre la lotta inter-imperialista si intensifica per il controllo dei mercati e la ripartizione del saccheggio.

I Partiti Comunisti e Operai che firmiamo questa dichiarazione:

Denunciamo l’offensiva del capitale, che è unificata e colpisce tutti gli Stati membri, nonché gli altri Stati capitalisti europei nel loro complesso, quindi è necessario rafforzare le lotte congiunte dei Partiti Comunisti e dei popoli per sviluppare la solidarietà con la lotta dei lavoratori in tutta Europa, in tutto il mondo.

Insistiamo sull’esistenza di un’altra via di sviluppo per i popoli. Attraverso le lotte operaie passa in primo piano la prospettiva di un’altra Europa, la prosperità dei popoli, il progresso sociale, i diritti democratici, la cooperazione egualitaria, la pace e il Socialismo.

Noi crediamo nel diritto di ogni popolo a scegliere in modo sovrano la propria via di sviluppo, compreso il diritto a svincolarsi dalle strutture dell’UE e della NATO, da qualsiasi organizzazione imperialista e, inoltre, di lottare per la via di sviluppo socialista.

Questa è la vera risposta al tentativo organizzato di confondere i popoli.

Questa è la vera risposta filo-popolare al cosiddetto “euro-scetticismo”, come ai partiti nazionalisti e nazi-fascisti, che cercano di sfruttare l’agonia e i problemi del popolo per rafforzarsi come punta avanzata dei monopoli. Questa è la vera risposta alle teorie reazionarie e anti-storiche che equiparano il comunismo al nazismo. E’ la risposta all’anti-comunismo che diffondono e al sistema che li alimenta.

Ci rivolgiamo alla classe operaia e ai popoli d’Europa perchè rispondano a questo responsabile appello dei Partiti Comunisti e Operai.

Indebolire le forze che sostengono l’UE – Sostenere i Partiti Comunisti e Operai unendosi a essi.

No all’UE dei monopoli, del capitale e della guerra!

Per un’Europa della prosperità per il popolo, della pace, della giustizia sociale e dei diritti democratici, del Socialismo!

Iniziativa dei Partiti Comunisti e Operai d’Europa | initiative-cwpe.org
Traduzione per Resistenze.org a cura del Centro di Cultura e Documentazione Popolare
Condividi
  • Twitter
  • Facebook
  • email
    RUBRICHE

    Autore

    L'autore non ha ancora aggiunto informazioni al suo profilo
    Commenti Chiusi.