FIAT – RIZZO: LO STATO NAZIONALIZZI

13 Gennaio 2011 di

“Il referendum che si svolgerà nelle prossime ore a Mirafiori è illegittimo
-è quanto afferma il segretario di Comunisti Sinistra Popolare – perché non si
può chiedere ai lavoratori di   scegliere tra il lavoro e i diritti. Lo Stato
dovrebbe rispondere al ricatto padronale di Marchionne con l’espropriazione
della FIAT.  Basta ricordare che in questi ultimi due anni la FIAT è tutt’
altro che in perdita e la minaccia di Marchionne punta ad utilizzare una lotta
fratricida e al ribasso tra i lavoratori per i propri interessi. La nostra
Costituzione  – continua Rizzo – riconosce la proprietà privata ma nei limiti
della sua funzione sociale, quella stessa funzione che Marchionne sta
oltrepassando quotidianamente cancellando i diritti dei lavoratori. Al
ricatto di Marchionne che afferma che se vinceranno i si lascerà l’Italia, lo Stato
risponda che in tal caso la FIAT sarà espropriata e restituita ai lavoratori
e a tutti i cittadini italiani, a pagamento di quanto fino ad ora dato dallo
Stato con incentivi e contributi all’azienda, senza che ai lavoratori sia
stato dato un soldo.”

Condividi
  • Twitter
  • Facebook
  • email

    Share and Enjoy !

    Shares
    RUBRICHE

    Autore

    L'autore non ha ancora aggiunto informazioni al suo profilo

    2 Risposte a “FIAT – RIZZO: LO STATO NAZIONALIZZI”

    1. mj23 dice:

      Totalmente d’accordo con il compagno Rizzo

    2. Cominform dice:

      Io aggiungerei: ‘..e che siano i lavoratori, attraverso il loro partito a gestire lo Stato’..
      (altrimenti, se lo Stato nazionalizza, ma poi lo Stato è gestito dal PdL o dalla Lega o dal PD… )

    Lascia un Commento