Dichiarazione di solidarietà con la lotta dei lavoratori in Francia

24 Gennaio 2020 di

Il Segretariato dell’Iniziativa Comunista Europea esprime la sua solidarietà internazionalista con gli scioperi dei lavoratori in Francia e invita i lavoratori ad esprimere il loro sostegno ai nuovi scioperi organizzati il 22 e il 24 gennaio in difesa del lavoro, della sicurezza sociale e dei diritti pensionistici, che sono calpestati dalla politica del governo Macron.

I lavoratori in Francia, con diversi scioperi e mobilitazioni, si scontrano con le misure antipopolari del governo Macron, dei gruppi imprenditoriali e con l’UE, che aumentano l’età pensionabile, convertono le pensioni in indennità e trasferiscono i contributi di sicurezza sociale e le riserve dei fondi assicurativi al gioco d’azzardo e ai gruppi speculativi.

L’attacco del governo ai salari, alle pensioni e al diritto alla previdenza sociale riguarda non solo i lavoratori in Francia ma in tutti i paesi. Perché il capitale, cercando di aumentare la propria redditività, promuove la giungla dei rapporti di lavoro, con lavoratori flessibili, malpagati e precari senza diritti lavorativi e previdenziali.

Denunciamo la brutale repressione e la campagna di calunnia e diffamazione della lotta della classe operaia da parte del governo Macron.

Le manovre e il ricatto del governo francese, che lasciano intatto il nucleo delle misure reazionarie che cerca di attuare, devono fallire.

Rafforziamo la solidarietà con la lotta dei lavoratori francesi, e di tutti i paesi, per le attuali previdenze e i diritti dei lavoratori. Chiediamo ai lavoratori europei di rafforzare la loro mobilitazione contro misure simili che sono state o saranno adottate nei loro paesi con la stessa forza di volontà dei lavoratori francesi. I lavoratori sono i produttori di ricchezza e lo rivendicano.

Viva la lotta dei lavoratori di Francia

Condividi
  • Twitter
  • Facebook
  • email
    RUBRICHE

    Autore

    L'autore non ha ancora aggiunto informazioni al suo profilo
    Commenti Chiusi.