Viva il Primo Maggio, avanti con la lotta!

01 maggio 2018 di

Comunicato dell’Iniziativa dei Partiti Comunisti e Operai d’Europa (ICWPE) per il 1° Maggio 2018

1° Maggio – 132 anni: continuiamo la lotta contro lo sfruttamento capitalista, la guerra, la disoccupazione, la povertà

Onoriamo le lotte di classe e gli eroi della nostra classe diventando i loro degni e capaci prosecutori. Il Primo Maggio dei lavoratori è il giorno in cui possiamo valutare le nostre forze, la nostra organizzazione, la nostra combattività e la nostra preparazione ideologico-politica per le grandi sfide della lotta di classe del nostro tempo.

Il 1° Maggio non è solo un giorno di commemorazione per l’intera classe lavoratrice; è in particolare una giornata di responsabilità su come ogni lavoratore può partecipare alla lotta di classe, nell’organizzazione in ogni impresa, in ogni settore e posto di lavoro.

In questo periodo, la competizione tra i principali centri imperialisti, le loro classi borghesi e unioni si acuisce. Intere regioni sono coinvolte nelle fiamme create dagli interventi imperialisti, dalla Siria, che è stata bombardata nuovamente dagli USA, dalla Francia e Gran Bretagna con il sostegno dell’UE e della NATO, ma anche dal più ampio Medio Oriente, all’Europa Orientale, all’Ucraina, ai Balcani, al Mar Nero e al Nord Africa. La NATO, l’UE e i loro governi seminano morte e distruzione; trascinano i popoli a combattersi gli uni contro gli altri per gli interessi dei monopoli.

I gruppi imprenditoriali, gli Stati e i loro governi sono impegnati in un’intensa competizione reciproca sul controllo delle risorse naturali e dei mercati. Tuttavia, seguono una linea comune contro la classe operaia, cercando la massima riduzione possibile del prezzo della forza lavoro promuovendo riforme anti-operaie, aumentando il lavoro flessibile non retribuito, l’intensità del terrorismo padronale, colpendo la più grande conquista dei lavoratori: il diritto di sciopero.

132 anni dopo la rivendicazione di una giornata lavorativa di otto ore, esistono tutte le possibilità di lavorare per meno ore; svagarci di più, con aumenti sostanziali delle retribuzioni e delle pensioni, con pieno diritto al lavoro e previdenza sociale; avere tempo libero per dedicarsi alla cultura, all’educazione, alla partecipazione all’organizzazione sociale, all’aumento degli standard di vita e intellettuali delle persone. Con assistenza sanitaria gratuita e di alto livello per tutti, alloggi per tutti, lavorare con diritti per tutti. La classe operaia produce tutta la ricchezza, che appartiene ad essa e per la quale combatte.

Alziamo la bandiera degli interessi della classe lavoratrice. Combattiamo contro la guerra imperialista per sradicare la sua causa profonda. Insieme ai lavoratori di tutti i paesi per un mondo senza sfruttamento, guerre, rifugiati.

La classe operaia ha le sue armi: unità di classe, solidarietà di classe, da utilizzare nelle nuove dure lotte nel scontro con i suoi sfruttatori e il loro personale politico, fino al rovesciamento del loro potere. Nel suo lungo corso storico, la classe operaia ha raggiunto la conquista del potere, attraverso sacrifici e sangue. Ha dimostrato che la classe operaia può vincere quando è organizzata, quando ha un suo piano, quando è determinata a combattere lo sfruttamento capitalista, i gruppi padronali e i loro partiti. Per far corrispondere la classe operaia a tali doveri è una necessità e un prerequisito che i partiti comunisti diventino potenti.

Inviamo i nostri caldi saluti militanti alle manifestazioni dei lavoratori per il Primo Maggio in tutta Europa e in tutto il mondo. Ci impegniamo a essere in prima linea nell’organizzazione militante della lotta di classe per il diritto di ogni popolo a scegliere il proprio percorso di sviluppo, incluso il diritto al disimpegno dall’UE e dalle dipendenze della NATO, rafforzando la lotta per il socialismo, liberare la società dallo sfruttamento dell’uomo da parte dell’uomo.

Il sacrificio dei lavoratori del mondo, i lavoratori di Chicago, le lavoratrici di New York, il proletariato russo non è stato invano; al contrario, sono un faro sulla strada che dobbiamo seguire oggi fino alla vittoria finale.

Via la Giornata dei Lavoratori!

Proletari di tutti i paesi, unitevi!

Condividi
  • Twitter
  • Facebook
  • email
    Lavoro

    Autore

    L'autore non ha ancora aggiunto informazioni al suo profilo

    Una Risposta a “Viva il Primo Maggio, avanti con la lotta!”

    1. Red News | Protestation dice:

      […] Viva il Primo Maggio, avanti con la lotta! […]