RIZZO (PC): «L’ULIVO 4.0 NON CI INTERESSA. TRA RENZI E D’ALEMA NESSUNA DIFFERENZA»

03 febbraio 2017 di

«Il Partito Comunista non è interessato ad alcuna tipo di alleanza che vada nella direzione della ricostruzione del centrosinistra». Così Marco Rizzo, segretario del Partito Comunista sulla proposta avanzata da Bersani. «Quella stagione storica è stata un grande errore per i comunisti e non esiste alcuna condizione per la collaborazione con forze che portano la responsabilità delle politiche antipopolari di questi anni, che sostengono la permanenza dell’Italia nella UE e nella Nato. Questi personaggi che oggi vorrebbero guidare la sinistra sono gli stessi che hanno votato il pareggio di bilancio, il jobs act, la riforma della scuola e che prima ancora promossero analoghe riforme nei governi precedenti. Renzi non è altro che il prodotto finale dei Bersani, D’Alema, di chi ha contribuito a spostare la linea politica del PCI, a scioglierlo e poi a capitolare agli interessi della finanza. Oggi – conclude Rizzo – è questione costitutiva per definirsi comunisti la totale indipendenza rispetto al PD, da ogni ipotesi di nuovo centrosinistra, e dalle forze della cosiddetta sinistra che difendono lo stesso modello di sistema e gli stessi poteri. Questo vale a livello nazionale, quanto regionale e locale. Chi facesse il contrario non potrebbe definirsi comunista».

Condividi
  • Twitter
  • Facebook
  • email
    Politica e Idee

    Autore

    L'autore non ha ancora aggiunto informazioni al suo profilo
    Commenti Chiusi.