LE MOZIONI DELL’INCONTRO A BRUXELLES DELL’INIZIATIVA DEI PARTITI COMUNISTI ED OPERAI D’EUROPA.

22 dicembre 2015 di

L’8 dicembre, il Plenum dei partiti partecipanti all’Iniziativa Europea dei Partiti Comunisti e dei Lavoratori ha avuto luogo a Brussels. Dopo la discussione e lo scambio di vedute, l’incontro ha approvato le seguenti due mozioni:

 

      -   Dobbiamo rispondere in maniera decisiva all’offensiva del Capitale!

      -   Gli USA, l’UE, e la NATO hanno enormi responsabilità per la macelleria in atto sui popoli.

 

Mozione del Plenum dell’ Inziativa Europea dei Partiti Comunisti e dei Lavoratori.

 

Dobbiamo rispondere in maniera decisa all’offensiva capitalista!

 

Sette anni dopo l’inizio della crisi capitalista, tra condizioni di lenta crescita economica e preoccupazioni da parte della borghesia per una nuova crisi, le forze capitaliste stanno intensificando la loro offensiva contro la classe lavoratrice e gli strati popolari, promuovendo

le cosidette ristrutturazioni capitaliste.

I risultati sono dolorosi:

Alti livelli di disoccupazione, abolizione dei contratti collettivi di lavoro, riduzione di salari e pensioni, aumenti delle imposte, diffusione di forme precarie d’impiego, aumento dell’età pensionabile, privatizzazioni, svendita e peggioramenti dei servizi pubblici sanitari, dello stato sociale, e dell’istruzione, peggioramento e distruzione dell’ambiente, etc..

Viene così dimostato con la pratica che l’obiettivo della ripresa capitalista promossa dalle forze borghesi, liberali, social-democratiche e della sinistra opportunista va di pari passo con la politica

dell’abolizione dei diritti dei lavoratori e delle classi popolari, e dell’aumento dello sfruttamento.

In molte nazioni si assiste alla nascita di lotte popolari e di lavoratori all’interno di un quadro di difficili condizioni. La borghesia è preoccupata, cerca d’impedire lo sviluppo della lotta di classe, e  di ogni sfida al suo dominio, ricorre all’autoritarismo ed alla repressione. In tutt’Europa, vengono adottate misure per limitare il diritto di sciopero, e per limitare i diritti sindacali e politici. Le forze del Capitale stanno appoggiando l’anti-comunismo. Il frutto avvelenato dell’anti-comunismo viene usato in particolare contro le giovani generazioni, attraverso distorsioni della Storia e sermoni anti-storici nel sistema della scuola, dei mass media, ed in altri apparati della borghesia.

In Ucraina, in Kazakistan, negli Stati baltici, in Europa cetrale ed orientale vengono applicate misure per mettere al bando l’ideologia comunista ed i partiti comunisti, e per impedirne in diversi modi la loro attività. Sotto il pretesto della “lotta al terrorismo” viene incriminato il concetto di radicalizzazione, cioè la lotta per l’emancipazione forma l’ideologia borghese, la lotta per il progresso sociale ed il rovesciamento di questo sistema marcio di sfruttamento, il capitalismo.

I partiti comunisti e dei lavoratori che prendono parte a “l’iniziativa” si rivolgono direttamente ai lavoratori ed alle lavoratrici, alle forze popolari, ai giovani per denunciare l’anti-comunismo, e per rispondere in maniera decisa alla diverse offensive del Capitale, col rafforzamento delle loro organizzazioni  e della loro lotta contro le misure anti-lavoratori ed anti-popolo, con la creazione di movimenti militanti di massa con i bisogni del popolo come loro obiettivo principale, e per la protezione dell’Ambiente.

La classe operaia ed i lavoratori hanno la forza per combattere per la loro giusta causa nel cammino che porta al conflitto col Capitale, le forze imperialiste ed il loro potere. I comunisti e le comuniste saranno in prima linea nella lotta. L’esperienza della barbarie capitalista sottolinea la necessità di una società socialista, e l’abolizione dello sfruttamento dell’uomo sull’uomo.

 

08/12/2015.

 

Mozione del Plenum dell’Iniziativa Europea dei Partiti Comunisti e dei Lavoratori

 

Gli USA, l’UE, e la NATO hanno enormi responsabilità per la macelleria in atto sui popoli.

 

Gli sviluppi degli ultimi fatti in Siria, nel Medio Oriente, in Nord Africa, ed in Ucraina sottolineano che l’aggressione del Capitale contro i popoli si sta intensificando, che la competizione inter-capitalista si sta acutizzando, e che tutto ciò porta all’intervento militare ed alla guerra, con alti costi per i popoli, ed è causa dell’immigrazione di massa e dell’alto numero di rifugiati politici.

 

Gli USA, l’alleanza imperialista tra UE e NATO, ed i loro alleati in varie regioni del Mondo stanno avendo un ruolo principale nello sviluppo di questi tragici eventi. In tale senso, utilizzano tra le altre cose i criminali dello “Stato Islamico” nel Medio Oriente, e milizie fasciste armate in Ucraina.

 

I Partiti Comunisti e dei Lavoratori che hanno partecipato a “l’Iniziativa” si rivolgono direttamente ai lavoratori:

 

- Per rafforzare la loro lotta contro la partecipazione delle loro nazioni ai piani delle potenze imperialiste.

- Per rafforzare la loro solidarietà nei confronti dei rifugiati politici e dei popoli che subiscono gli attacchi imperialisti.

- Per rafforzare la loro lotta contro i monopolii, contro il capitalismo e gli Stati borghesi che sono la causa degli attacchi e delle guerre imperialiste.

 

08/12/2015.

Condividi
  • Twitter
  • Facebook
  • email
    RUBRICHE

    Autore

    L'autore non ha ancora aggiunto informazioni al suo profilo
    Commenti Chiusi.