UNA MANIFESTAZIONE ANTIFASCISTA PER IL DONBASS A ROMA.

15 settembre 2014 di

L’attacco dell’imperialismo Usa e Ue continua in varie parti del mondo (dalla Palestina all’Ucraina, dal Venezuela alla Siria) portando, proprio un secolo dopo la prima guerra mondiale, l’intera umanità sull’orlo di un nuovo conflitto globale. Sempre il capitalismo ha risolto le sue crisi con la guerra,  ma questa volta la possibilità dell’uso delle armi atomiche rende attualissimo il monito di Marx: “Socialismo o barbarie”. In tale contesto riteniamo la vicenda Ucraina, col colpo di stato fascista, e l’attacco alle popolazioni del Donbass un esempio della sporca guerra dell’Occidente. Crediamo che solo il ritorno del potere sovietico in Russia possa essere la soluzione dopo il tradimento e la dissoluzione dell’Urss, ma siamo altrettanto convinti che non si possa abbandonare la lotta antifascista e di classe dei lavoratori e del popolo del Donbass. Per questi motivi, che rilanciano il tema della solidarietà e dell’internazionalismo proletario, abbiamo aderito alla carovana di solidarietà per il Donbass promossa dalla Banda Bassotti e siamo promotori assieme a loro della proposta unitaria di una manifestazione nazionale da tenersi al più presto a Roma. Socialismo, libertà  e autodeterminazione per il Donbass! No pasaran!

Comunicato del Partito Comunista, Roma 14 settembre 2014

Condividi
  • Twitter
  • Facebook
  • email
    RUBRICHE

    Autore

    L'autore non ha ancora aggiunto informazioni al suo profilo
    Commenti Chiusi.