BASTA con AliTAGLIA!

08 agosto 2014 di

un commento dei lavoratori areoportuali, Cellula Jurij Gagarin- Partito Comunista

La logica del profitto di questo libero mercato vuole imporre il suo pensiero alla classe operaia ma quest’ultima non ci sta e rimanda a casa ogni accusa!

Ormai da anni i lavoratori Alitalia sono abituati a vivere con lo spettro del licenziamento, nonostante il loro lavoro sia stato l’unico modo per “portare avanti la baracca”, mentre alle loro spalle c’è chi si è sempre abbuffato … Ed ora a quanto pare, coloro che lavorano da anni su turni massacranti trascurando famiglie ed interessi personali, che cercano di sopravvivere con paghe di 700 fino a un massimo di 1400 euro, che lavorano stressando il loro fisico sotto la pioggia e il freddo l’inverno ed il caldo asfissiante d’ estate, che per anni hanno dovuto subire lo svilimento del precariato (in azienda ancora ci sono operai stagionali con anzianità di circa 10 anni che sono in attesa di stabilizzazione …) e che ora nonostante tutto si sono resi disponibile ad un risparmio sul costo del lavoro, bene, proprio questi lavoratori sono chiamati ESUBERI!

Poco importa se il loro lavoro mal pagato è di vitale importanza per il normale svolgimento delle attività impegnate nel traffico aereo dell’aeroporto di Fiumicino, poco importa che nel 2008 questi lavoratori videro licenziare quasi 10000 colleghi, una cura che venne spacciata per la panacea di tutti i mali e che Alitalia così sarebbe ripartita creando lavoro e futuro! Poco importa anche che questi capitani coraggiosi siano fuggiti o scomparsi (i guai giudiziari fanno questo effetto …) e che i dirigenti che dovevano salvare Alitalia in realtà l’abbiano portata allo sfacelo in soli 6 anni, ma si sono comunque goduti buone uscite di milioni di euro ( vedi Fantozzi, Sabelli, Ragnetti ecc.)

Ora gli si chiede di andare a casa, possibilmente in silenzio, e dire ai proprio figli :<<… scusate non posso più darvi da mangiare perché papà è un eccedenza. Però con il mio sacrificio, forse, Alitalia crescerà diventando una grande compagnia con tanti nuovi e grandissimi aerei, così noi anche potremmo goderne … si, ma nel vederli da fondo pista su via di coccia di morto, ammirando il vostro futuro che vola via …>>.

Gli operai a tutto questo non ci stanno, ma responsabilmente, quello che Alitalia non è, continuano a lavorare con dignità ma seguendo le regole, nonostante la loro pazienza e voglia sia agli sgoccioli, nella vana speranza che quei sindacati complici dell’accordo quadro siglato al ministero dei Trasporti e Infrastrutture, con il benestare di Lupi e Poletti, e l’azienda rivedano i loro tagli “mirati” e riconoscano che un’azienda con prospettive VERE di crescita non può licenziare … anzi!

A tutta questa condizione sociale, che ormai è diventata quella macelleria di cui parlavamo mesi fa, si aggiunge l’attacco senza scrupoli dei mass media, che riportano notizie false che influenzano in modo GRAVISSIMO l’opinione pubblica. Le testate giornalistiche, travisando la realtà, scodinzolando ai voleri di Alitalia e politica, accusano la classe operaia di mettere in atto uno sciopero in questi giorni che sarebbe illegale in questo periodo secondo le normative in materia. FALSO!

Il loro vero timore è vedere ora un FRONTE UNITO DEI LAVORATORI!

I LAVORATORI ALITALIA NON STANNO SCIOPERANDO, BENSì LAVORANO SECONDO LE PROCEDURE DA CONTRATTO E NORMATIVE DEL LAVORO!

Questo dimostra che, invece di esser attaccati da mondo politico, giornalistico e opinione pubblica, questi operai dovrebbero esser esaltati per il lavoro svolto in questi anni che, pur stando sotto organico, non si sono mai risparmiati garantendo a TUTTI NOI un servizio di primo ordine (Alitalia ha un’alta percentuale di puntualità), senza tralasciare quel senso ormai smarrito di “solidarietà” per quei lavoratori che in questo momento così difficile perdono il posto di lavoro …

Questa emorragia occupazionale non può essere la soluzione, poiché fu lo stessa cura che condannò il malato a diventare terminale nel 2008 …

IL PARTITO COMUNISTA E LA CELLULA JURIJ GAGARIN SI SCHIERANO AL FIANCO DEI LAVORATORI ALITALIA

E CONDANNANO IL COMPARTAMENTO SENZA SCRUPOLI DELL’ AZIENDA, DELLA POLITICA, DEI SINDACATI

COMPLICI E ANCOR DI Più DEI GIORNALISTI SERVILI!

LA CLASSE OPERAIA NON DEVE PAGARE LE COLPE DI MANAGER E POLITICI INCOMPETENTI!

IL GOVERNO DEVE RIAPRIRE LA TRATTATIVA SUGLI ESUBERI E GARANTIRE LAVORO AL POPOLO, NON

DISOCCUPAZIONE!

TUTTO PER LA CLASSE OPERAIA, PER UN FRONTE UNITO DEI LAVORATORI!

 

Condividi
  • Twitter
  • Facebook
  • email
    RUBRICHE

    Autore

    L'autore non ha ancora aggiunto informazioni al suo profilo
    Commenti Chiusi.