INSOPPORTABILE ANTICOMUNISMO DELLA LISTA ITALIANA DI SYRIZA, SOLIDARIETA’ AI MILITANTI DEL PDCI, CHE HA LINEA SBAGLIATA E GRUPPO DIRIGENTE INADEGUATO. Dichiarazione di Marco Rizzo segretario del Partito Comunista

16 marzo 2014 di

In questi giorni di mercato d’immagine della politica in vista delle elezioni europee abbiamo visto il delinearsi di una lista italiana di Syriza che cerca di superare la crisi ideologica e programmatica della cosiddetta sinistra radicale. Dopo aver dipinto una fittizia “tela” di colori forti contro le scelte dell’Unione Europea, senza però mai metter davvero in discussione né il ruolo di classe né quello imperialista, gli epigoni del Vendola greco hanno scartato il colore rosso del Pdci.

L’esclusione di candidati che fossero espressione di quella provenienza  non è molto chiara, perché nel caravanserraglio di posizioni quasi filoatlantiche (dall’Ucraina agli appelli peri ribelli siriani) non è quantificabile il livello di stonatura delle flebili voci di uno o due candidati targati PDCI, ma proprio per questo motivo  suona ancora più insopportabile l’anticomunismo di questi professorini che prendono la linea da Repubblica e da il Fatto quotidiano.

Come Partito Comunista  rivolgiamo quindi tutta la solidarietà ai militanti del PDCI, ricordando che l’obiettivo dei comunisti è il Socialismo e non il rientro ad ogni costo in Parlamento, tanto più abiurando nome e simbolo (peraltro per la terza volta dopo Arcobaleno e Rivoluzione Civile).

Questa situazione di discriminazione (seppur logica da parte di un avversario del comunismo, sarebbe originale il contrario) arriva dopo una giravolta di posizioni e di linee politiche di un gruppo dirigente del PDCI a dir poco inadeguato. Nel giro di un anno, dal 2013 ad oggi, questo partito è passato dall’appoggio a Vendola nelle primarie del PD al primo turno , all’appoggio a Bersani al secondo turno per poi , pochi giorni dopo, sposare entusiasticamente Ingroia. Così come ,nell’ultimo periodo,  ha articolato serie e fondate critiche per la socialdemocrazia di Syriza, per poi appoggiare senza riserve la sua lista italiana e riscoprirne oggi i limiti di comportamento e contenuto. Una vera e propria “auto in mano ad un ubriaco politico”.

L’anticomunismo si batte solo con l’unità ideologica, politica ed organizzativa dei comunisti. Noi ci stiamo provando con modestia e determinazione.

Condividi
  • Twitter
  • Facebook
  • email
    RUBRICHE

    Autore

    L'autore non ha ancora aggiunto informazioni al suo profilo

    Una Risposta a “INSOPPORTABILE ANTICOMUNISMO DELLA LISTA ITALIANA DI SYRIZA, SOLIDARIETA’ AI MILITANTI DEL PDCI, CHE HA LINEA SBAGLIATA E GRUPPO DIRIGENTE INADEGUATO. Dichiarazione di Marco Rizzo segretario del Partito Comunista”