Dichiarazione congiunta dei Partiti Comunisti e Operai d’Europa

17 ottobre 2013 di
I Partiti Comunisti e Operai d’Europa riuniti nell’Incontro Comunista Europeo 2013, svoltosi a Bruxelles il 30 settembre, rivolgono un appello militante alla classe operaia, ai settori popolari e alla gioventù e sottolineano che giocheranno un ruolo dirigente per far si che la lotta del movimento operaio e popolare diventi efficace e assuma caratteristiche di massa.

Questo appello mira a dare una risposta decisiva e militante all’offensiva su vasta scala sferrata contro i popoli dalle forze del capitale, dei governi che servono gli interessi e i profitti dei grandi gruppi imprenditoriali.
E’ stato dimostrato, attraverso l’esperienza dei popoli, che l’Unione Europea è un’unione dei monopoli e che la sua strategia è al servizio del capitale europeo. Le famiglie operaie e popolari si trovano ad affrontare le dolorose conseguenze della gestione borghese della linea politica anti-popolare dei partiti e governi socialdemocratici.

La disoccupazione tormenta milioni di lavoratori e lavoratrici, colpendo la gioventù e le donne in particolare. Costantemente si ampliano le forme flessibili di occupazione, si vanno abolendo i contratti collettivi e i diritti e la  sicurezza sociale; la povertà è in crescita.

Il capitalismo non è in grado di offrire soluzioni ai problemi del popolo, ha esaurito i suoi limiti storici, è un sistema di sfruttamento marcio che non può essere corretto. La lotta dei popoli sarà efficace solo nella misura in cui essa si dirige verso il rovesciamento di questo sistema.

I lavoratori e le lavoratrici hanno l’obbligo di condannare con decisione le guerre imperialiste, la politica di repressione, l’anticomunismo e l’attività criminale delle organizzazioni fasciste. I nostri partiti intensificano la loro lotta contro la socialdemocrazia e l’opportunismo e dedicano la loro energia al rafforzamento della lotta popolare e allo sviluppo della solidarietà operaia, persistendo nell’organizzazione della classe operaia, nella costruzione dell’alleanza sociale popolare per far si che la lotta per l’abolizione dello sfruttamento capitalistico diventi più efficace, in modo che i lavoratori e le lavoratrici possano godere della ricchezza che producono.

Il socialismo è opportuno e necessario

Partito del Lavoro d’Austria
Partito Comunista Operaio di Bielorussia
Partito del Lavoro del Belgio
Unione dei Comunisti in Bulgaria
Nuovo Partito Comunista di Gran Bretagna
AKEL, Cipro
Partito Comunista di Boemia e Moravia
Partito Comunista di Danimarca
Partito Comunista in Danimarca
Polo di Rinascita Comunista di Francia
Unione dei Comunisti Rivoluzionari di Francia
Partito Comunista Unificato di Georgia
Partito Comunista di Grecia
Partito Operaio Ungherese
Partito dei Lavoratori d’Irlanda
Comunisti Sinistra Popolare – Partito Comunista (Italia)
Partito Socialista di Lettonia
Fronte Socialista Popolare di Lituania
Partito Comunista del Lussemburgo
Partito Comunista di Malta
Resistenza Popolare di Moldavia
Nuovo Partito Comunista dei Paesi Bassi
Partito Comunista della Norvegia
Partito Comunita Operaio Russo
Partito Comunista dell’Unione Sovietica
Nuovo Partito Comunista della Jugoslavia
Partito Comunista della Slovacchia
Partito Comunista dei Popoli di Spagna
Partito Comunista della Turchia

10 Ottobre 2013 Traduzione per Resistenze.org a cura del Centro di Cultura e Documentazione Popolare
Condividi
  • Twitter
  • Facebook
  • email
    RUBRICHE

    Autore

    L'autore non ha ancora aggiunto informazioni al suo profilo
    Commenti Chiusi.