Dichiarazione fondativa dell’Iniziativa dei Partiti Comunisti e Operai in Europa. 1 Ottobre 2013 Bruxelles

03 ottobre 2013 di

I seguenti Partiti comunisti e operai dei paesi membri della UE, dei paesi associati ad essa e di altri paesi europei dichiarano che:

Ci basiamo sui principi del socialismo scientifico e ci unisce la visione di una società senza sfruttamento dell’uomo da parte dell’uomo, senza povertà, senza ingiustizia sociale e guerre imperialiste.

Consideriamo l’Unione europea come una opzione del capitale. Promuove misure a favore dei monopoli, la concentrazione e centralizzazione del capitale, sta rafforzando le sue caratteristiche di blocco economico, politico e militare imperialista che si oppone agli interessi della classe operaia, dei settori popolari, sta aumentando gli armamenti, l’autoritarismo, la repressione statale, restringendo i diritti sovrani.

Consideriamo l’Unione europea il centro imperialista europeo, che sostiene piani aggressivi contro altri popoli e si allinea con gli Stati Uniti e la NATO; il militarismo è il suo elemento strutturale.

Consideriamo che ci sia un cammino di sviluppo differente per i popoli. Attraverso le lotte dei lavoratori si proietta la prospettiva di un’Europa differente, della prosperità dei popoli, del progresso sociale, dei diritti democratici, della cooperazione paritaria, della pace, del socialismo.

Crediamo nel diritto di tutti i popoli di scegliere il proprio percorso di sviluppo, in modo sovrano, compreso il diritto di liberazione dalle dipendenze molteplici dell’UE e della NATO, così come l’opzione socialista.

Non siamo membri a pieno titolo dei cosiddetti “partiti europei” né del cosiddetto “Partito della Sinistra Europea”.

Con questa Dichiarazione fondativa decidiamo di dare vita alla Iniziativa dei Partiti Comunisti e Operai per lo studio e l’analisi delle questioni europee e per il coordinamento della loro attività.

A quest’Iniziativa può partecipare qualsiasi partito comunista e operaio di un paese membro dell’Unione europea o di un paese associato a essa, così come degli altri paesi europei, che accettano questa Dichiarazione e le sue condizioni.

L’obiettivo dell’Iniziativa è contribuire alla ricerca e allo studio delle questioni europee, soprattutto in relazione all’UE, alla sua politica interna che ha colpito la vita dei lavoratori, e anche lo sviluppo di posizioni comuni tra i partiti e il coordinamento della solidarietà e delle altre attività.

L’Iniziativa, che si dirige principalmente ai partiti comunisti e operai dei paesi dell’UE, mantiene la porta aperta ai partiti comunisti e operai di paesi che non sono membri o sono membri associati dell’UE.

Ogni anno si realizzerà almeno una riunione dei suoi membri, giungendo ad un accordo sulla Segreteria per il coordinamento delle attività dell’Iniziativa.

Le riunioni della Segreteria saranno comunicate in anticipo ed aperte agli altri membri dell’Iniziativa.

L’Iniziativa ha un simbolo comune, un operaio che spezza le catene del capitale. Inoltre, ha anche un sito web per promuovere le sue posizioni e quelle dei partiti membri. Il sito web comune sarà gestito dalla Segreteria, concordata dai partiti che aderiscono alla Iniziativa.

La decisione di rafforzare la loro cooperazione, sulla base di questa dichiarazione fondante specifica, dove si stabiliscono i principi della “Iniziativa”, è stata espressa dai seguenti 30 Partiti comunisti e operai dei paesi dell’UE e di altri paesi europei:

Partito del Lavoro d’Austria
Partito Comunista Operaio di Bielorussia
Nuovo Partito Comunista di Gran Bretagna
Partito dei Comunisti Bulgari
Unione dei Comunisti di Bulgaria
Partito Comunista di Boemia e Moravia (Repubblica Ceca)
Partito Operaio Socialista di Croazia
Partito Comunista in Danimarca
Polo della Rinascita Comunista in Francia
Unione dei Rivoluzionari Comunisti (Francia)
Partito Comunista Unificato di Georgia
Partito Comunista di Grecia
Partito dei Lavoratori Ungherese
Partito dei Lavoratori d’Irlanda
Comunisti Sinistra Popolare-Partito Comunista (Italia)
Partito Socialista di Lettonia
Fronte Popolare Socialista di Lituania
Partito Comunista di Macedonia
Partito Comunista di Malta
Resistenza Popolare (Moldavia)
Partito Comunista di Norvegia
Partito Comunista di Polonia
Partito Comunista Operaio Russo
Partito Comunista dell’Unione Sovietica (Russia)
Nuovo Partito Comunista di Jugoslavia (Serbia)
Partito Comunista di Slovacchia
Partito Comunista dei Popoli di Spagna
Partito Comunista di Svezia
Partito Comunista di Turchia
Unione dei Comunisti di Ucraina

Elezione della Segreteria

I Partiti che hanno partecipato alla riunione di fondazione approvano un quadro operativo temporaneo della Iniziativa, il suo simbolo comune ed eleggono una Segreteria di 9 membri per il coordinamento delle loro attività, che coinvolge: il Partito Comunista di Grecia, il Partito dei Lavoratori Ungherese, il Partito dei Lavoratori d’Irlanda, Comunisti Sinistra Popolare- Partito Comunista (Italia), il Partito Socialista di Lettonia, il Partito Comunista di Slovacchia, il Partito Comunista dei Popoli di Spagna, il Partito Comunista di Svezia e il Partito Comunista di Turchia.

Bruxelles 1 Ottobre 2013

Condividi
  • Twitter
  • Facebook
  • email
    RUBRICHE

    Autore

    L'autore non ha ancora aggiunto informazioni al suo profilo
    Commenti Chiusi.