Oggi il lavoro precario è ovunque, anche alla Camera dei Deputati.

18 gennaio 2013 di

Oggi i lavoratori sono una merce senza diritti. In ogni settore la precarizzazione è diventata la forma “stabile” di presenza nel mondo del lavoro. Il complesso di leggi vigenti, volute dai governi di centrosinistra e di centro destra, mai così uniti, hanno disegnato un contesto in cui si è tornati all’inizio del secolo scorso, con la accondiscendenza del sindacalismo confederale. Persino in luoghi difficilmente immaginabili come nei “palazzi del potere” la precarizzazione dilaga. I concorsi per impieghi a tempo indeterminato si sono fatti rarissimi  e si infittisce la schiera dei ‘flessibili’. Alla Camera dei Deputati sono oltre 30 i lavoratori assunti da agenzie interinali e successivamente da società di servizi che svolgono le funzioni di segretari parlamentari. Solo con la lotta , generalizzata, si potrà risolvere e battere questa metastasi del sistema capitalistico.

Condividi
  • Twitter
  • Facebook
  • email
    RUBRICHE

    Autore

    L'autore non ha ancora aggiunto informazioni al suo profilo
    Commenti Chiusi.