Volantino:RIECCOLI! NON LI VOTATE PIU’!!!

11 gennaio 2013 di

RIECCOLI!!!

Con l’inizio del nuovo anno, gli eroi moderni della politica italiana, Monti, Bersani, Casini, Fini e Berlusconi tornano a calcare le scene con una batteria di menzogne e false promesse così da fare assomigliare la campagna elettorale ad un Concorso Nazionale ‘Faccia di Bronzo 2013’.

Dopo avere governato l’Italia, insieme nell’ultimo anno ed alternandosi negli ultimi 20, applicando rigidamente le direttive dell’Unione Europea in corrispondenza agli interessi dei banchieri e dei grandi industriali…

Ci promettono sviluppo mentre il Pil italiano che nel 2011 era di 0,3 punti percentuali al di sotto della media europea, oggi lo è di 2,1 punti e la produzione industriale è crollata del 20%.

Ci chiedono sacrifici per ridurre il debito pubblico, ma questo è passato, dal 2011 ad oggi, dal 120 al 126% del Pil.

Ci parlano di politiche del lavoro e della occupazione, mentre la disoccupazione è passata,in un anno, dall’8,1% all’11,1%, ( 37% per i giovani ) raggiungendo la cifra di 2.792.000 unità, al ritmo di aumento di 2000 disoccupati al giorno e la Cassa Integrazione è aumentata del 9% coinvolgendo più di 500.000 lavoratori a zero ore.

Ci dicono di voler difendere salari, stipendi e pensioni, mentre l’inflazione è passata, dal 2011 ad oggi, dal 2,1% al 3,6%, con la benzina che ha raggiunto il prezzo di 2 euro al litro ed i costi dei mutui che sono aumentati al punto che, per comprare una casa occorre impegnare il 30% del proprio reddito, mentre nuove tasse come l’IMU, che ha colpito duramente l’80% degli italiani possessori di case, e l’aumento dell’IVA hanno causato un nuovo aumento dei prezzi ed un corrispondente nuovo calo dei consumi.

Ecco perché diciamo, rispetto a questi uomini politici interpreti dei bisogni dei ricchi e persecutori del popolo:

NON LI VOTATE PIU’!!!

Ma non votate più, nemmeno, i rappresentanti della falsa sinistra di Vendola, Ferrero, Bonelli e Diliberto che non sa fare altro che, o riproporre l’alleanza col centro-sinistra di Bersani, o auto camuffarsi in una indistinta e confusa alleanza color arancione guidata da un magistrato, portatrice della proposta di una improbabile “ rivoluzione civile “ che cerca di conciliare gli interessi dei banchieri e dei padroni con quelli del popolo lavoratore.

L’unica alternativa è rappresentata da:

L’UNIONE DELLA CLASSE OPERAIA, DEI LAVORATORI DIPENDENTI ED AUTONOMI IN UN GRANDE FRONTE UNITARIO DEI LAVORATORI, CONTRO I GOVERNI DEI PADRONI E DEI BANCHIERI. PER IL LAVORO, IL SALARIO ED I DIRITTI SOCIALI, PER USCIRE DALL’UNIONE EUROPEA E DALLA NATO.

QUANDO I COMUNISTI RIENTRERANNO IN PARLAMENTO LO FARANNO COL PROPRIO SIMBOLO E LE PROPRIE BANDIERE DAL PORTONE PRINCIPALE E NON DAI TOMBINI O DALLE ENTRATE SECONDARIE.

In questa prospettiva

RICOSTRUIAMO, INSIEME, IL VERO PARTITO COMUNISTA, PER LA RISCOSSA POPOLARE, CONTRO IL CAPITALISMO, PER IL SOCIALISMO!!!

 

 

 

 

www.comunistisinistrapopolare.com

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Condividi
  • Twitter
  • Facebook
  • email
    RUBRICHE

    Autore

    L'autore non ha ancora aggiunto informazioni al suo profilo
    Commenti Chiusi.