CSP-PARTITO COMUNISTA IN PIAZZA CON GLI STUDENTI ED I LAVORATORI DELLA SCUOLA!!!

11 ottobre 2012 di

CSP-PARTITO COMUNISTA IN PIAZZA CON GLI STUDENTI ED I LAVORATORI DELLA SCUOLA!!!

Contro il caro libri, il taglio dei contributi studenteschi ed all’istruzione pubblica

Un governo non votato da nessuno, imposto dall’Unione Europea, dalle banche e delle grandi imprese multinazionali sta distruggendo il futuro di una generazione. La scuola è sempre più una scuola per pochi, con costi insostenibili per le famiglie, dai libri di testo ai contributi, con una scelta di percorso troppo spesso imposta da ragioni economiche e non dalle aspirazioni degli studenti. Contro le politiche del governo Monti e dell’Unione Europea, per conquistare una scuola pubblica veramente gratuita, un’università per tutti ed un avvenire diverso dalla disoccupazione e dalla precarietà che questo sistema ci pone come unica possibilità di futuro

Le ultime novità apportate porteranno diversi danni alla scuola pubblica; con il passaggio ai ruoli ATA dei docenti non idonei per motivi di salute, provocheranno una serie di conseguenze: docenti inidonei messi a fare dei lavori a loro non adatti, segreterie private di personale competente, precari ATA senza rinnovo di contratto per la riduzione di posti di lavoro e scuola disorganizzata. I vincoli imposti dall’Unione Europea sul pareggio di bilancio, renderanno ancora minori i finanziamenti all’edilizia scolastica, aggravando la condizione degli edifici, già fortemente compromessa, mentre la mancanza di una legge nazionale sul diritto allo studio provoca un abbandono scolastico del 20%.

Si protesterà anche per il contratto bloccato,per  gli  scatti di anzianità, contro le prestazioni straordinarie non pagate,lo scaricamento sul Fondo di Istituto della  retribuzione delle ore eccedenti e delle sostituzioni di dirigenti scolastici,  che dovrebbe essere a carico del MIUR. Infine, contro  la mancanza di investimenti nella scuola per nuove tecnologie..

Tutto questo si somma, alla situazione di una generazione che vede seriamente compromesso il proprio futuro. Un’università sempre meno accessibile, un livello di disoccupazione giovanile oltre il 35%, e per il resto la prospettiva di un futuro di precarietà, senza alcun diritto e senza alcun futuro. Una scuola per pochi che ci impone l’Europa.

RIBELLATEVI !!!!

IL 12 OTTOBRE TUTTI IN PIAZZA!!!!

MOBILITAZIONE DI STUDENTI E LAVORATORI PER IL DIRITTO ALLO STUDIO E LA SCUOLA PUBBLICA IN UN FRONTE UNICO DI LOTTA CONTRO IL GOVERNO MONTI E LA UE,CONTRO IL CAPITALISMO,PER IL SOCIALISMO!


Condividi
  • Twitter
  • Facebook
  • email
    RUBRICHE

    Autore

    L'autore non ha ancora aggiunto informazioni al suo profilo
    Commenti Chiusi.