LA VERITA’ E’ SEMPRE RIVOLUZIONARIA.

08 settembre 2011 di

LA VERITA’ E’ SEMPRE RIVOLUZIONARIA.

Risoluzione della Commissione Nazionale di Garanzia e Controllo

di Comunisti Sinistra Popolare.

 

In questi giorni è venuto alla luce che, a Roma,  sarebbe entrato in collegamento col nostro Partito un giovane il quale avrebbe partecipato  ad attività dell’esercito israeliano. Attualmente abbiamo oltre 5mila iscritti e, ad oggi, nella raccolta centrale del tesseramento, la persona in questione non risulta iscritto.

In ogni caso, nell’eventualità di un suo tesseramento, la CNGC di CSP lo considererebbe, con effetto immediato, sottoposto a processo e ratifica  di ESPULSIONE.

Chiaramente le strutture di CSP non sapevano nulla di tutto ciò, e questa scelta coerente, tempestiva e limpida di CSP non è stata in alcun modo messa in dubbio dal fatto che tali notizie siano giunte da anonimi su internet, benché noi siamo sempre stati fermamente contrari al ricorso all’anonimato.

Il web è zeppo di strane storie. Questa volta, però, è diverso.

In primo luogo, perché questo uso della rete è diffuso in una certa “sinistra all’americana” e ne indica una delle sue debolezze di fondo, a cui  i comunisti devono rimediare.

In secondo luogo, perché non si tratta dell’unica “stranezza” di questa vicenda. Gli anonimi, infatti, hanno diffuso foto e dichiarazioni esposte dallo stesso interessato. Così facendo, dovevano essere sicuri di arrecare un gravissimo danno alla reputazione di eventuali movimenti di sinistra nei quali avesse militato. Oppure no? Egli –a suo dire- faceva parte dell’organizzazione giovanile del PRC e di un circolo di questo partito fino, all’incirca, ad un anno e mezzo fa.  Non si erano accorti di nulla i compagni di Rifondazione? Chi sono le “fonti” anonime di questi giorni?

In terzo luogo,  la divulgazione di tali notizie è stata usata (o strumentalizzata da altri) per attaccare in modo indiretto CSP.

Non c’è bisogno, in questa sede, di richiamare le nostre posizioni e non abbiamo nulla da giustificare. Basterà consultare le stesse forze palestinesi per sapere da che parte è sempre stata CSP, tutti i suoi dirigenti ed iscritti, in primis il Segretario nazionale.

Basterà ricordare, per inciso, come lo stesso Segretario di CSP, nel giugno scorso, abbia concluso la festa romana parlando tra due bandiere: quella cubana e quella palestinese. Cospicua parte del ricavato della medesima festa, inoltre, è stato destinato alla Mezzaluna Rossa palestinese, per i bambini dei territori occupati.

Non accetteremo però nessuna provocazione. Non  sappiamo quanti leggeranno questa nota, speriamo siano molti; ed in tal caso non ce ne rammarichiamo. Essa esprime tutta la nostra diversità e dà ulteriori garanzie che con CSP si uscirà veramente dall’andazzo dell’ultimo ventennio.

Dove, a fronte di episodi gravissimi che riguardavano spesso  i vertici di partito, non emergeva mai uno scandalo o una denuncia aperta, mai un principio o una discriminante in base alle quali rompere o andare contro i volgari interessi immediati. Tutto è stato sempre  ridotto al bisbiglio, poi all’inciucio se non alla corruzione (non solo in senso lato).

Citando la questione morale, non parleremo di Berlusconi nè del PD: non siamo  capaci  di “sparare” sulla Croce Rossa. Siamo tra i pochissimi che hanno visto, combattuto e denunciato le commistioni a sinistra con la massoneria P2, i rapporti con i “costruttori romani” ed altro ancora.

Molti al posto nostro, nella vicenda in questione, avrebbero fatto finta di niente. Noi no. Questo dimostra la nostra diversità e la nostra forza. Le compagne e i compagni possono rallegrarsi, se qualcuno meditava un attacco contro di noi questo si rivela un boomerang.

Perfino gli anonimi che hanno divulgato questa notizia, qualora siano in buona fede, sanno che in futuro possono rivolgersi con fiducia direttamente agli organismi dirigenti di CSP.

Oggi c’è un motivo in più per aderire con slancio a Comunisti Sinistra Popolare nella lotta per rinnovare radicalmente la sinistra e ricostituire in Italia il Partito Comunista. Perché noi, a differenza degli altri, vogliamo per davvero battere il capitalismo e costruire il Socialismo, dimostrando di fare sul serio anche in situazioni come quella qui trattata.

La verità è sempre rivoluzionaria!

Roma 8 settembre 2011

DELIBERAZIONE DELLA CNGC DI COMUNISTI SINISTRA POPOLARE

 

La CNGC di CSP, in seguito alle segnalazioni ricevute e alla conseguente verifica della posizione del Signor Dario SANCHEZ, risultato effettivamente iscritto, ne decreta l’IMMEDIATA ESPULSIONE per la totale incompatibilità con l’ideologia, il programma e la linea politica del Partito, ai sensi dell’art. 14 dello Statuto.

 

All’unanimità.

La Commissione Nazionale di Garanzia e Controllo del partito Comunisti Sinistra Popolare

 

Roma 9 settembre 2011

 

 

 

Condividi
  • Twitter
  • Facebook
  • email
    RUBRICHE

    Autore

    L'autore non ha ancora aggiunto informazioni al suo profilo
    Nessuna Risposta to “LA VERITA’ E’ SEMPRE RIVOLUZIONARIA.”

    Lascia un Commento