Dal KKE:No all’aggressione da gangsters degli imperialisti in Libia. Il popolo libico non ha bisogno di lupi per essere sorvegliato

23 marzo 2011 di

Il KKE denuncia l’intervento militare in Libia, scatenato dall’ imperialismo internazionale con la partecipazione anche della Grecia , che vede in prima linea i macellai Franco-Britannici con l’appoggio degli USA. Questa è l’Unione Europea della “democrazia e della libertà”, questo è il “mondo libero”!

Costituisce una vergognosa ipocrisia il pretesto degli imperialisti –compreso anche il G.Papandreou- a presentare il loro interesse come “umanitario” visto che loro stessi apertamente o segretamente collaborano e si rapportano con i governi autoritari, antipopolari in Africa, in Medio Oriente ed altrove. Non hanno nessuna legittimazione. Il loro interesse riguarda i petroli e il gas naturale della Libia e non il suo popolo che vogliono sfruttare, sostenendo ora l’opposizione invece del Ghedaffi , fino ad ieri sostenuto da tutti. Insieme con loro anche il G.Papandreou (primo ministro greco,ndT.)

Il popolo della Libia è l’unico responsabile nella risoluzione degli enormi problemi che ha di fronte. Non ha bisogno di lupi per essere sorvegliato.

Il popolo greco ha il dovere di essere solidale con il popolo della Libia. Coloro che aggrediscono la Libia sono gli stessi che caricano i lavoratori con i pesi della crisi capitalista, sono gli stessi che lo sfruttano attraverso i memorandum (del FMI, della BCE ecc. ndT), con le privatizzazioni, con l’abolizione dei contratti collettivi di lavoro,con i salari da fame.

Chiudere immediatamente le basi americane e della NATO a Souda e ad Aktio.

Ritirare gli aerei e le navi greche da guerra dalla Libia.

Condividi
  • Twitter
  • Facebook
  • email
    RUBRICHE

    Autore

    L'autore non ha ancora aggiunto informazioni al suo profilo
    Nessuna Risposta to “Dal KKE:No all’aggressione da gangsters degli imperialisti in Libia. Il popolo libico non ha bisogno di lupi per essere sorvegliato”

    Lascia un Commento