Il 150esimo dell’Unità d’Italia è una “sagra delle ipocrisie”- Dichiarazione di Marco Rizzo.

17 marzo 2011 di

. Tutti i discorsi sono improntati alla “notte” della ragione e della verità storica. Tutti uguali: i patrioti risorgimentali e la chiesa papalina, i vigliacchi di casa Savoia ed i Partigiani, chi voleva la Repubblica e chi la monarchia, gli operai ed i padroni, Marchionne e chi sgobba a Mirafiori. Falsa retorica del passato per giustificare l’esistente da cui i veri comunisti si distaccano, con disprezzo politico.

Condividi
  • Twitter
  • Facebook
  • email
    RUBRICHE

    Autore

    L'autore non ha ancora aggiunto informazioni al suo profilo
    Nessuna Risposta to “Il 150esimo dell’Unità d’Italia è una “sagra delle ipocrisie”- Dichiarazione di Marco Rizzo.”

    Lascia un Commento