Problema CASA

30 gennaio 2011 di

Insieme al problema del lavoro, la casa è la preoccupazione più grande di ogni 

famiglia. Canoni  d’affitto o mutui che costano come uno stipendio, se non di 

più. Case affollate di nonni, figli e nipoti. Giovani costretti a rimanere con 

mamma e papà fino all’età matura: così ci tolgono la libertà di scegliere la 

nostra vita… 

I politicanti si ricordano del problema della casa solo quando devono chiedere 

il voto. Nessun governo né amministrazione locale in questi anni ha fatto nulla 

di concreto per migliorare la situazione che, anzi, si è aggravata.  Questo 

accade perché i “soliti” partiti sono succubi dei grandi capitalisti che li 

finanziano e gli danno spazio nei loro giornali e tv.   

Comunisti-Sinistra Popolare, una forza politica indipendente dai 

padroni, alternativa al centro-sinistra e al centro-destra, può 

permettersi una proposta che agisce sulle cause del problema e che 

non si accontenta di alleviare alcuni effetti. 

 

                  PROPOSTE DI EMERGENZA  

       PER AFFRONTARE IL DRAMMA CASA 

CONTRO LE SPECULAZIONI DEI GRANDI PROPRIETARI E COSTRUTTORI  

E CONTRO L’EVASIONE FISCALE: 

1. Vendita case: maggiorazione massima  

del 20% sul prezzo di costo dimostrato 

Oggi i palazzinari vendono le case a un prezzo che è più del doppio del loro costo. La nostra proposta: 

se al costruttore una casa costa 1000, non può rivenderla a più di 1200. 

2. Affitto annuo massimo non superiore  

a 1/30  del prezzo di costo dimostrato 

Oggi non c’è affare che convenga di più ai padroni che comprare case e metterle in affitto: in un 

decennio recuperano il costo dell’abitazione, guadagnando molto di più che in ogni altra forma di 

speculazione. La nostra proposta è che l’investimento fatto venga recuperato in trenta anni. Ad esempio 

se la casa è costata 90mila euro, l’inquilino non può pagare più di 250 euro al mese. 

3. Penalizzazione fiscale per le case sfitte 

Contro gli affitti in nero e le estorsioni dei grandi proprietari 

PER TUTELARE I LAVORATORI E IL DIRITTO ALLA CASA: 

4. Diritti garantiti e salari aumentati per i lavoratori edili  

Contro la speculazione padronale che colpisce, ancor prima degli inquilini, i lavoratori, con lavoro nero, 

sfruttamento, bassi salari, incidenti sul lavoro. 

     5. Interventi pubblici straordinari nell’edilizia abitativa 

Fare molte più case popolari, farle più decorose e destinare ad alloggi pubblici edifici già esistenti, vuoti 

o male utilizzati. 

6. Agenzie pubbliche per tutelare inquilini e giovani  

in cerca di casa da illegalità e abusi 

 

7. Blocco delle privatizzazioni e cartolarizzazioni 

CSP Comitato provinciale Roma

Condividi
  • Twitter
  • Facebook
  • email
    RUBRICHE

    Autore

    L'autore non ha ancora aggiunto informazioni al suo profilo
    Nessuna Risposta to “Problema CASA”

    Lascia un Commento